Menu

hallow bking signCome spaventare i clienti ad Halloween? Travestendosi da competitor. È l’idea di Burger King, che ha truccato da Mc Donald’s il suo ristorante nel Queens. È uno degli ultimi esempi virtuosi di battaglie virali tra aziende in competizione.

Basta poco per sorprendere, in questo caso un lenzuolo gigantesco, il classico costume da fantasma, che è stato utilizzato per coprire il fast food. Lo scherzo, seppur evidente, è stato svelato anche con alcuni cartelli: “BOOOOOOO!!! (Just kidding, we still flame-grill our burgers) Happy Halloween!”.

Burger King rassicura quindi i clienti che non c’è nessuna sostituzione in vista e che gli hamburger sono ancora pronti per essere grigliati. Nessuno slogan fenomenale, se non fosse che McDonald’s non griglia affatto la carne, ma utilizza piastre da fast food.

hallow bking night

Scenicamente è comunque il lenzuolo la trovata che colpisce, la battaglia tra competitor – e non è la prima volta che i due si punzecchiano a colpi di marketing - in questo caso evita di scendere sul terreno più scivoloso, quello in cui avrebbero potuto dibattere della qualità dei rispettivi prodotti.

hallow bking

Anna Tita Gallo

LEGGI anche:

Social media marketing: le battaglie virali tra competitor. Alitalia scivola sui Brangelina

McDonald’s snobba la proposta di pace di Burger King per supportare la campagna ONU a favore dei rifugiati (VIDEO)

Un panino per fare la pace: McDonald's rifiuta la proposta di Burger King

GreenBiz.it

Network