Menu

sisleyIl gruppo Sisley Paris, uno dei maggiori brand francesi della cosmesi di lusso, da sempre attivo nella salvaguardia dell’ambiente e in progetti sostenibili, ha deciso di affidare la copertura dei tetti dei suoi centri logistici parigini con pannelli fotovoltaici alla statunitense United Solar Ovonic, in partner con Soprema, uno dei più noti produttori di membrane impermeabilizzanti.

Nello specifico, la tecnologia Unisolar, il marchio con cui l’azienda americana distribuisce i propri prodotti, vede la realizzazione di moduli le cui celle sono composte da tre giunzioni semiconduttrici che formano a loro volte tre diverse sottocelle le quali hanno il compito di scomporre lo spettro luminoso proveniente dall’irraggiamento solare. Questa caratteristica, che rende i moduli unici nel panorama commerciale mondiale, garantisce un’efficienza anche a bassi livelli di illuminazione così come in condizioni climatiche sfavorevoli, come annuvolamenti.

La realizzazione del progetto è stata affidata al gruppo Panhard Development Sas, specializzato nella costruzione e realizzazione di complessi industriali. La superficie coperta conta circa 35.000 mq e ha una potenza complessiva di 848 Kwp, un’energia sufficiente a soddisfare il fabbisogno di circa 180 famiglie. Il progetto è stato certificato Hqe (Haute qualitè environnementale), lo standard francese sviluppato dall’Association pour la Haute qualitè environnementale (Asshqe), i cui criteri riguardano l’impatto sugli ambienti esterni e interni degli edifici (acustica, qualità dell’aria e uso efficiente delle risorse).

Una decisione dettata dalle restrizioni di carico del tetto e dall’alto tasso di luce solare diffusa tipica della regione di Parigi – ha commentato Christian Kopp, managing director di Panhard - Il film sottile Uni-Solar non solo è estremamente leggero e non necessita di carichi aggiuntivi per resistere al vento, ma, grazie alla tecnologia a tripla giunzione in silicio amorfo, è in grado di produrre energia anche con un orientamento non ottimale e in condizioni di luce diffusa”.

I moduli utilizzati, inoltre, non solo producono elettricità ma sono essi stessi elementi di costruzione (doppia funzione) e rispettano i criteri d’integrazione stabiliti dall’Iea (International Energy agency).Siamo lieti di aver collaborato attivamente con tutte le aziende coinvolte, sostenendo Sisley nel proprio intento di contribuire all’incremento dell’energia solare prodotta nella città di Parigi” - spiega Mark Morelli, presidente e Ceo della casa madre di United Solar Ovonic, Energy Conversion Devices - “Dal canto nostro, ci impegniamo costantemente nello sviluppo di soluzioni tecnologiche all’avanguardia sempre più performanti in tutte le condizioni ambientali, nonché a basso costo e leggere, quindi idonee per un vasto range di progetti”.

Sisley Paris è uno dei gruppi aziendali più rinomati al mondo nella cosmesi di lusso. Con circa 30 filiali dislocate in tutto il mondo, il gruppo vanta numerose azioni socialmente responsabili intraprese negli ultimi anni come la produzione di biodiesel nell’isola di Sumba in Indonesia nell’ambito di un progetto condotto dalla Sumba Foundation; è inoltre erogatore di borse di studio a favore di persone svantaggiate e meritevoli ed è impegnato in campo medico, nell’acquisto di attrezzature per gli ospedali in Polonia.

Fabrizio Mistretta

 

GreenBiz.it

Network