Menu

pianta cacao 0012 tra i più noti produttori mondiali di cioccolato si sono alleati per rendere sostenibile la filiera del cacao africano e migliorare le condizioni di lavoro dei coltivatori: è nata così, sotto gli auspici della World Cocoa Foundation, l'organizzazione CocoaAction.

I marchi fondatori di CocoaAction sono Ferrero, Nestlé, Mars, Olam, ADM, Armajaro, Barry Callebaut, Blommer, Cargill, Ecom, Hershey e Mondelez International. L'obiettivo dichiarato dell'iniziativa è di accelerare il passo verso una filiera interamente sostenibile, promuovendo la cooperazione tra la grande industria e i Governi dei Paesi produttori ed esportatori di cacao.

CocoaAction nasce anche per aiutare le mutlinazionali del settore a adottare una strategia ambientale e sociale comune, uniformandone i programmi in materia di sostenibilità, per renderli più coerenti, applicabili ed efficaci.

"Questo accordo rappresenta uno dei passi più significativi compiuti dal settore per rendere il cacao sostenibile." – ha commentato Barry Parkin, responsabile della sostenibilità per Mars e membro della Word Cocoa Foundation – "Allineare obiettivi, impegno e risorse e condividere le pratiche virtuose è quello di cui c'è bisogno per aiutare gli agricoltori della filiera a diventare più produttivi, assicurando il futuro del cacao. L'iniziativa non rappresenta soltanto una nuova via nella cooperazione tra l'industria e i Paesi produttori, ma va anche a consolidare la loro collaborzione".

Inizialmente, Cocoa Action si concentrerà su Ghana e Costa d'Avorio, i due Paesi dell'Africa occidentale che, insieme, forniscono il 55% del cacao immesso sul mercato mondiale, per migliorare le condizioni di vita e di lavoro dei circa 300.000 agricoltori attivi nella filiera.

Il piano di interventi previsto, che ha come orizzonte il 2020 e riguardo al quale è già stato raggiunto un accordo con le autorità locali, mirerà a incrementare la produttività delle aziende agricole attraverso la diffusione di pratiche di coltivazione virtuose, l'uso corretto di strumenti e fertilizzanti e la crescita delle comunità locali, da attuare mediante la promozione dell'educazione scolastica e di programmi di formazione. L'obiettivo è rendere i coltivatori e le loro comunità sempre più autonomi, consapevoli e indipendenti.

"CocoaAction punta ad offrire ai coltivatori tutto il bagaglio di input e formazione necessario per gestire delle aziende agricole di successo, favorendo nello stesso tempo il progresso delle comunità in cui vivono." - ha sottolineato Bill Guyton, Presidente della World Cocoa Foundation - "L'iniziativa mette insieme il meglio dei programmi di sostenibilità di ciascun marchio, permettendone la condivisione e l'applicazione."

Lisa Vagnozzi

LEGGI anche

Ferrero sceglie Fairtrade: acquisterà 20 mila tonnellate di cacao certificato

CSR: 10 obiettivi di sostenibilità per il 2020 del Gruppo Ferrero (infografica)

Mars, Mondelez e Nestlé si impegnano con Oxfam per la tutela dei diritti delle lavoratrici della filiera del cacao

CSR: il gigante del cioccolato Mondelēz International investe 400 mln dollari in sostenibilità

GreenBiz.it

Network