Menu

sapone syria

Syria è il nome di un progetto a basso impatto ambientale e ad lato valore sociale pensato per permettere a tutti di dare una mano ai profughi in difficoltà creando un circolo virtuoso ed è proprio così che si chiama lo speciale sapone d’Aleppo nato a questo proposito.

L’idea ha preso forma grazie ad una collaborazione tra il laboratorio marchigiano LaSaponaria e la Fondazione Terres des Hommes per sostenere i profughi siriani in arrivo nel nostro Paese. Terre des Hommes ha già dato il via al progetto Faro dedicato ai bambini migranti e alle famiglie con bambini che hanno bisogno di aiuto.

LaSaponaria è un piccolo laboratorio artigianale di cosmetici biologici realizzati con materie prime ad alto valore sociale e a basso impatto ambientale provenienti da aziende agricole italiane e da progetti di commercio equo solidale.

Il progetto Syria – l’Aleppo a modo nostro 100% solidale prevede che ad ogni sapone venduto corrisponda un sapone donato alle famiglie in difficoltà arrivate nel nostro Paese. In particolare le attività di Terre des Hommes sono già in corso di svolgimento da quattro anni con interventi nei centri di accoglienza e con la distribuzione di beni di prima necessità a Ventimiglia e a Milano.

Detergenti e cosmetici entrano a fare parte insieme a cibo e indumenti intimi dei kit di prima necessità che vengono distribuiti alle famiglie in difficoltà per consentire loro di recuperare un minimo di benessere e di dignità umana dopo l’esperienza traumatica della fuga e del viaggio.

sapone syria la saponaria 1

sapone syria 2

sapone syria 3

L’iniziativa legata al sapone Syria sta andando a buon fine e ha già permesso di raccogliere alcuni beni di prima necessità utili per aiutare i profughi. Il sapone Syria vuole dare voce a un Paese in difficoltà reinterpretando la realizzazione del celebre sapone d’Aleppo, un prodotto naturale a base di olio di alloro, amico della pelle e dell’ambiente.

La distribuzione del sapone Syria inizierà da novembre sia online che nei negozi che aderiranno all’iniziativa.

Marta Albè

Fonte foto: LaSaponaria

Leggi anche:

GreenBiz.it

Network