Menu

packfunghi

Ikea sta progettando di introdurre un nuovo tipo di packaging realizzato con un certo tipo di funghi. Sarebbe utile per sostituire il più inquinante polistirolo.

Si tratta di un micelio biodegradabile e che andrebbe a comporre questo “fungi packaging”, una soluzione in linea con l’obiettivo di ridurre la produzione di rifiuti e aumentare il riciclo, come ha dichiarato Joanna Yarrow, che guida nel Regno Unito il team sostenibilità.

Il micelio è quella parte di fungo che di fatto funziona come radici, cresce come accumulo di fibre e si attacca alla superficie dove poi il fungo cresce. A sviluppare l’idea è stata l’azienda Ecovative e ha chiamato “Mushroom Packaging” il risultato, raggiunto lasciando crescere il micelio in zone dove venivano accumulati rifiuti di tipo agricolo. Nel giro di qualche giorno le fibre del fungo vanno ad arrotolarsi attorno ai rifiuti in una forma solida, che poi viene privata di sostanze umide per evitare che cresca maggiormente.

Naturalmente, questo eliminerebbe un problema sostanziale: il polistirolo non si ricicla con semplicità. Ci mette millenni a decomporsi, mentre il nuovo packaging è biodegradabile.

Per Ecovative l’idea non è nata negli ultimi tempi, ma già nel 2006 quando hanno iniziato a produrla a Troy, New York. E ci sono già clienti come Dell, che utilizza questo packaging per imballare i computer, sebbene nel Regno Unito ancora non sia molto diffuso.

Anna Tita Gallo

LEGGI anche:

L’amore ai tempi di Ikea: campagne geniali e sostegno alle cause civili

Better Shelter e Ikea realizzano alloggi per i rifugiati più sicuri e semplici da montare

Rinnovabili: Ikea investe 600 mln di euro per l'indipendenza energetica

Aggiungi commento

Le idee e le opinioni espresse dai lettori attraverso i commenti a non rappresentano in alcun modo l'opinione della redazione e dell'editore. Gli autori dei messaggi rispondono del loro contenuto.


Codice di sicurezza
Aggiorna

Chi siamo

Network