Menu

Blue-Earth-Dream-PackageQuando si pensa alla differenza fra un prodotto "green" e uno convenzionale, non sempre ci si sofferma sul packaging. Eppure, in quest'epoca di porzioni monouso e di sempre più frequenti acquisti - dall'abbigliamento alla tecnologia, dagli alimentari ai prodotti per la casa - ci confrontiamo ogni giorno con il problema degli imballaggi. Chi di noi fa la raccolta differenziata lo sa bene: i nostri bidoni dedicati a plastica, carta e vetro si riempiono a velocità inaudita, rendendoci consapevoli di quanti scarti comporti l'attuale modello di produzione e consumo.

 

Il motivo di questa situazione è presto detto: molto spesso infatti il packaging rappresenta un potente strumento di marketing, che invoglia il potenziale acquirente con forme, colori e design accattivanti. Ma chi ha detto che gli imballaggi non possano essere allo stesso tempo gradevoli e sostenibili?

turkd_art

Un compromesso in questo campo esiste, tant'è vero che sono sempre di più i brands a studiare soluzioni innovative ed ecofriendly. La nota marca Puma, per esempio, ha da poco presentato la Clever Little Bag: una confezione da scarpe che è anche una comoda borsa e che evita, dunque, ogni imballaggio aggiuntivo. Con un consistente risparmio in termini di energia e materiali utilizzati, e con una positiva ricaduta a livello di reputation.

puma_art

Samsung invece, per il suo green phone "Blue Earth", ha scelto una confezione in carta 100% riciclata, che diventa una cornice. L'utilizzo di materiali completamente biodegradabili oppure riciclati è in effetti uno dei principali strumenti di eco-packaging, una strada questa che sta percorrendo anche il noto marchio del Made in Italy Salvatore Ferragamo. Scatole, borse della spesa e bustine delle scarpe sono realizzate con materiali ecofriendly, come attestano le apposite certificazioni che accompagnano ogni imballaggio. L'attenzione all'ecocompatibilità va però accompagnata, quando possibile, anche da una progressiva riduzione degli imballaggi o da una concezione che ne permetta il riutilizzo.

dreamball_art

Ed è proprio su quest'ultimo fronte che si possono sviluppare idee particolarmente creative. Non mancano infatti gli esempi di packaging che, una volta esaurita la loro funzione iniziale, si "trasformano" in qualcos'altro, allungando il proprio ciclo di vita. È il caso degli imballaggi per dolci che si trasformano magicamente in giochi componibili per i bambini, mentre negli USA le bevande bio per bimbi Y-water sono contenute in bottigliette dalla forma a Y, che una volta svuotate possono comporre vere e proprie coloratissime costruzioni.

tshirt_art

Insomma, a volte è proprio la superficie a fare la differenza: un packaging ben studiato riesce non soltanto a essere ecofriendly, ma a sviluppare nuove idee dal forte contenuto innovativo e ad aprire inesplorati percorsi creativi. Con un impatto positivo sia sull' immagine delle aziende che scelgono un orientamento green, sia sull'importante obiettivo della riduzione dei rifiuti.

Doris Zaccaria

GreenBiz.it

Network