Menu

mcdonalds mcveggie

McDonald's annuncia l'arrivo di McVeggie, il nuovo panino vegetariano. La notizia era nell'aria da qualche tempo ed ora la multinazionale del fast food coglie l'occasione di Expo 2015 per presentare la novità.

"Ispirato alla ricetta indiana, arriva il nuovo McVeggie. Per la prima volta in Italia, il burger vegetariano! ‪#‎imlovinveggie‬", ecco le parole con cui l'azienda ha annunciato la novità alla clientela sulla pagina Facebook di McDonald's Italia.

La multinazionale avrà scelto la "giusta" strategia per rinnovarsi? Il messaggio pubblicato su Facebook ha ricevuto centinaia di commenti nel giro di poche ore. Innanzitutto, emerge che il panino proposto da McDonald's è vegetariano, non vegano, ecco allora in arrivo le lamentele di chi avrebbe voluto trovare nel menù del fast food un panino 100% vegetale. Con un panino completamente veg la multinazionale avrebbe accontentato sia i vegetariani che i vegani, oltre che tutti i consumatori che preferiscono ridurre l'introduzione di carne e di altri prodotti di origine animale nella propria dieta.

In realtà la questione è molto più profonda. Difficilmente un vegetariano che segua una scelta etica e/o di salute andrà da McDonald's ad assaggiare il nuovo panino. Un fast food non è sinonimo di una scelta alimentare salutare così come una multinazionale come McDonald's è quanto di più lontano possa esistere dall'etica vegetariana o vegana.

Un panino vegetariano proposto da McDonald's non può che apparire come una vera e propria contraddizione. Del resto pare che la stessa azienda voglia tastare il terreno proprio da questo punto di vista. Come verrà accolto McVeggie dai consumatori italiani e dai visitatori, anche internazionali, di Expo 2015?

McVeggie al momento viene presentato come un'opzione temporanea presente nel menù del fast food e non come un prodotto che entrerà permanentemente nell'offerta della catena di ristorazione. Il panino vegetariano, come spiega McDonald's sul proprio sito web, è in Expo Limited Edition. McDonald's sembra dunque titubante sulla propria scelta di offrire il panino vegetariano e lo propone al mercato per un periodo davvero limitato, soltanto dal 20 maggio al 9 giugno 2015.

Tutto questo fa quindi pensare che si tratti di una mossa di marketing studiata per rendere l'azienda più conforme al contesto di Expo 2015, visto che la sua presenza in veste di sponsor aveva fatto parecchio discutere. Ma il fatto che il nuovo panino non entrerà in piena regola nel menu dopo Expo 2015 ci porta ad ipotizzare che si tratti di puro greenwashing e che su quel prodotto non si scommetterà mai molto.

Significa anche che non possiamo affatto considerarlo una svolta vera verso alimenti sani e verso clienti che hanno scelto di seguire stili di vita ben lontani dai fast food. È più ipotizzabile che, visto che questo target sarà presente ad Expo 2015, allora lì si cerchi di offrire almeno un prodotto per attirarlo, un prodotto che in altri luoghi e frangenti a McDonald's non gioverebbe molto in termini di fatturato.

"Internazionale e locale: McDonald's vuole offrire in tutto il mondo prodotti che vanno incontro ai gusti e alle tradizioni alimentari dei tanti Paesi in cui è presente, privilegiando ricette e ingredienti locali. Proprio per questo, McDonald's lancia la nuova EXPO LIMITED EDITION con cui ci accompagna in un viaggio speciale tra sapori e culture del mondo con i nuovi panini ispirati alle ricette di Paesi lontani": così spiegano questa mossa, mentre in contemporanea, sempre in edizione limitata e in contemporanea a McVeggie, presenta ad Expo 2015 il panino McAngus Bacon, che vede protagonista la "pregiata carne di Angus".

Marta Albè

Fonte foto: mcdonalds.it

Leggi anche:

McDonald’s: campagna di trasparenza boomerang per la multinazionale del fast food (VIDEO)

Aggiungi commento

Le idee e le opinioni espresse dai lettori attraverso i commenti a non rappresentano in alcun modo l'opinione della redazione e dell'editore. Gli autori dei messaggi rispondono del loro contenuto.


Codice di sicurezza
Aggiorna

Chi siamo

Network