Menu

bureo 1

Sempre più aziende stanno cercando di realizzare prodotti sostenibili dal riciclo delle reti da pesca abbandonate in mare, che rappresentano purtroppo un grave problema di inquinamento. Ecco allora cosa accade quando le reti da pesca vengono recuperate e riciclate.

Una giovane società californiana di nome Bureo ha deciso di recuperare e riciclare le reti da pesca per creare prodotti come skateboard e occhiali da sole.

La filosofia dell’azienda è molto semplice e ecologica. Secondo i tre ideatori di Bureo non serve produrre nuova plastica. Gli oceani abbondano di rifiuti da recuperare, riutilizzare e riciclare per realizzare nuovi prodotti.

L’idea è nata nel 2013 di fronte alla crescente consapevolezza del continuo accumulo di rifiuti di plastica negli oceani. La preoccupazione maggiore riguarda prpprio le reti da pesca che rappresentano il 10% dei rifiuti che possiamo ritrovare nelle acque marine e che sono altamente pericolosi per gli animali e per interi ecosistemi.

Ecco allora che il progetto ha preso il via dal recupero delle reti da pesca abbandonate sulle coste del Cile. Dal 2013 ad oggi Bureo ne ha riciclate centinaia.

bureo 2

Le reti da pesca vengono recuperate e ripulite, poi vengono fuse e versate in appositi stampi che permettono di creare skateboard oppure montature per gli occhiali da sole, la cui produzione avviene in Cile e in California.

bureo 3

Bureo nella lingua nativa Mapuche significa ‘onde’. E proprio dalle onde vengono recuperate le reti da pesca che servono per realizzare oggetti di alta qualità che non hanno nulla da invidiare a ciò che viene creato con la plastica nuova. I costi ambientali e economici della plastica sono molto elevati ma come dimostra questo progetto esistono diversi modi per ridurli.

Marta Albè 

Fonte foto: Bureo

 

LEGGI anche:

GreenBiz.it

Network