Menu

ferrerospotolioFerrero irrompe nel dibattito sull’olio di palma con uno spot in cui esalta la sostenibilità delle sue fonti e la qualità dei prodotti. Facendo leva sulla sua storia, cerca così di spostare l’attenzione seppur menzionando l’ingrediente tanto demonizzato. Il messaggio è chiaro: l’olio di palma è essenziale per la produzione ed è simbolo di qualità.

Gli spot sono due, uno appunto dedicato all’olio di palma e uno dedicato a cacao e nocciole. Sul sito della Nutella si legge: “L'olio vegetale usato per produrre Nutella® è olio di palma sostenibile, 100% "segregato" certificato RSPO. Questo significa che l'olio di palma usato per Nutella® è tenuto fisicamente separato dall'olio di palma normale lungo tutta la filiera. La certificazione RSPO ottenuta da Ferrero ha meritato anche il plauso di Richard Holland, direttore della "Market Transformation Initiative" del WWF”.

Queste informazioni sono sostanzialmente in linea con quanto si descrive nello spot quando si parla di olio di palma da fonti sostenibili, che proviene da frutti spremuti freschi, utile ad esaltare il gusto e rendere i prodotti più cremosi.

Gli spot fanno leva sul concetto di qualità. A parlare sono i dipendenti dell’azienda, che ricordano come la Ferrero, da piccola famiglia sia diventata un successo italiano del mondo. Tutto questo sempre in nome della qualità. E qualità significa portare sulle tavole delle famiglie di tutto il mondo gli stessi prodotti che finiscono sulle tavole di questa famiglia con una storia ormai lunga 70 anni.

Da parte nostra, la domanda è sempre la stessa: può esistere un olio di palma sostenibile?

No, e la prova è che le grandi aziende stanno progressivamente ascoltando i clienti che ne chiedono l’eliminazione dai loro prodotti. Casi come Ferrero dimostrano che non tutte intendono eliminarlo. In questi casi l’immagine si salva con il marketing.

Anna Tita Gallo

LEGGI anche:

Ferrero: negli Usa la Nutella sfiderà il burro d’arachidi

Olio di palma, deforestazione e pesca intensiva: le multinazionali continuano a distruggere il Pianeta

Olio di palma sostenibile: esiste davvero?

Aggiungi commento

Le idee e le opinioni espresse dai lettori attraverso i commenti a non rappresentano in alcun modo l'opinione della redazione e dell'editore. Gli autori dei messaggi rispondono del loro contenuto.


Codice di sicurezza
Aggiorna

Chi siamo

Network