Menu

peta vegan

La Peta ha lanciato il primo blitz pubblicitario vegano del mondo all’interno di una stazione della metropolitana di Londra.

La campagna pubblicitaria è nata per sollecitare i pendolari della capitale britannica a evitare gli hamburger a base di carne per un maggior rispetto degli animali. Questo il messaggio che la Peta dichiara di voler trasmettere con i manifesti che da gennaio sono comparsi nella stazione di Clapham Common.

Presso la stazione della metro sono stati affissi 60 annunci che mostrano mucche, maiali e polli che appaiono su ogni manifesto, porta, e tornello per lanciare ai pendolari il seguente messaggio:

I’m ME, not MEAT. See the individual. Go vegan!”

Tutto ciò per ispirare i pendolari a impegnarsi ad aiutare gli animali, proteggere l’ambiente, e migliorare la propria salute diventando vegani nel 2017.

“Le mucche, i polli e i maiali non sono diversi dagli esseri umani quando si tratta di provare dolore e paura e dare valore alla propria vita. PETA incoraggia le persone in tutto il mondo a dimostrare compassione per gli animali evitando i pasti a base di carne scegliendo invece piatti vegani salutari senza crudeltà” – ha spiegato il direttore dei Programmi Internazionali di PETA Mimi Bekhechi.

La campagna da una parte vuole certamente sensibilizzare i cittadini ma dall’altra punta alle industrie produttrici di alimenti di origine animale: carne, latte, uova, formaggi. Infatti secondo la Peta:

“Mangiare vegano risparmia ad animali sensibili la sofferenza quotidiana e una morte terribile nelle industrie di carne, latte e uova, dove le gole di polli e tacchini vengono tagliate mentre gli animali sono ancora coscienti, così come le code dei porcellini sono tagliate senza l’utilizzo di antidolorifici. I vegani sono meno inclini a soffrire di cancro, obesità e diabete rispetto a coloro che mangiano carne e hanno anche un impatto inferiore sull’impronta di carbonio”.

 peta 1

peta 2

peta 3

peta 4

peta 5

In questo blitz la Peta ha sostituito ogni manifesto già presente nella stazione della metropolitana di Londra con un messaggio pro vegan. Le reazioni secondo la stampa locale sono state differenti.

Alcuni hanno accolto i manifesti vegan in modo positivo mentre altri hanno parlato di propaganda vegana. Ci si chiede dunque se una campagna di questo genere possa davvero riuscire a trasmettere un messaggio di consapevolezza a favore di un maggior rispetto per gli animali.

Marta Albè

Fonte foto: Peta

Leggi anche:

 

Network