Menu

leroy merlin report sostenibilita

Il 99% dei collaboratori di Leroy Merlin è anche azionista. Ecco uno dei dati più importanti che emerge dal Rapporto di Sviluppo Sostenibile appena presentato dall'azienda francese in Italia.

L'azienda afferma che da anni il proprio approccio alla sostenibilità consiste nel rendere tangibili i valori intangibili, preferendo azioni concrete a generiche dichiarazioni di impegno.

Si tratta di un approccio che va oltre la Corporate Social Reponsibility, come indica il titolo dell'ottava edizione del Green Day organizzato da Leroy Merlin per presentare il Rapporto di Sostenibilità 2014, e che significa per l'azienda porsi sempre nuovi obiettivi, cercare di innovare, alzare l'asticella in una sfida che si gioca in un mercato in continuo e rapido cambiamento.

L'azienda vuole ricordare soprattutto che i collaboratori sono i veri protagonisti. La prima sfida per Leroy Merlin Italia è rappresentata dalla volontà di coinvolgerli sempre di più. Il 99% dei essi è anche azionista, l'età media è di 35 anni, la formazione è costante, il sapere viene condiviso con i clienti.

Ecco come Leroy Merlin stimola il coinvolgimento dei collaboratori nella crescita dell'azienda. Attraverso il progetto Vision l'azienda sta coinvolgendo tutti nell'immaginare, sognare, descrivere il proprio negozio, il proprio mestiere, il proprio futuro.

"È nostra responsabilità lavorare per una casa che vive e amica dell'ambiente garantendo il rispetto dei territori nei quali siamo presenti attraverso la valorizzazione del "bene comune" e della "produzione locale" e minimizzando il nostro impatto ambientale" – ha affermato Olivier Jonvel, Amministratore Delegato di Leroy Merlin Italia.

Secondo l'azienda, la vera innovazione in un'epoca di sharing economy è scegliere di gestire il cambiamento non da soli ma con la collaborazione dei propri dipendenti, attraverso il confronto con gli stakeholder, grazie all'ascolto della comunità. Secondo l'azienda, le numerose testimonianze dei collaboratori raccolte durante il Green Day sono il contributo più efficace del proprio modo di fare impresa.

Se il coinvolgimento dei collaboratori è al primo posto per l'azienda, il secondo obiettivo di Leroy Merlin riguarda la sostenibilità e l'impegno per rendere sempre più sostenibile la filiera. Anche per questo l'azienda ha organizzato nelle scorse settimane "Diritti per la nostra strada", un percorso di aggiornamento che ha coinvolto centinaia di fornitori.

Nel corso di formazione sono stati approfonditi i principi del nuovo Codice di Condotta dell'azienda ma anche la sua politica di CSR attraverso il confronto con altre realtà italiane ed internazionali.

Più del 45% dei fornitori di Leroy Merlin ha accettato il Codice di Condotta e oltre il 90% dei fornitori in legno ha sottoscritto la politica di gestione del legno che prevede la tracciabilità al 100% e la certificazione al 100% per il legname proveniente da paesi extraeuropei.

Marta Albè

Leggi anche:

CSR: Leroy Merlin la insegna ai giovani. Costruiranno un orto a scuola

Green Week: Leroy Merlin presenta la settimana dedicata alla sostenibilità ambientale

CSR: i report di sostenibilità non vengono nemmeno letti

GreenBiz.it

Network