Menu

facebook loginFacebook avrebbe in mente di seguire la scia di realtà come Netflix e punterebbe a realizzare show con contenuti propri, avvalendosi di case di produzione e coinvolgendo gli utenti.

Alcune notizie circolate online svelano che Facebook starebbe parlando con vari studios e produttori per studiare una forma di intrattenimento che possa dare nuova linfa vitale ai video. Ci sarebbero game show, contenuti sportivi, il tutto con una figura di spicco a coordinare: Ricky Van Veen, confondatore di College Humor, da poco entrato nel team di Mark Zuckerberg.

Tutto è nato qualche mese fa, quando Facebook ha cercato di spingere i live video e ha iniziato le trattative con produttori come Vox Media perché qualcuno realizzasse contenuti esclusivi per il social network.

Al momento si parlerebbe di accordi che si aggirano attorno al milione di dollari all'anno ma senza immaginare investimenti come quelli che Netflix e Amazon hanno compiuto per i loro prodotti di punta.

Sicuramente è un segnale importante per Facebook, che più volta in passato ha dichiarato di essere una tech company e non una media company o, fino a quest'anno, di fornire solo una piattaforma per la diffusione di contenuti altrui. Poi però qualcosa è cambiato e la sperimentazione sui video è iniziata dalle dirette, seguita appunto da queste trattative per la ricerca di contenuti a pagamento da diffondere in maniera capillare e sistematica grazie ad agenzie e ad altre aziende che si occupano proprio di produzione.

Anna Tita Gallo

LEGGI anche:

Best Place to Work: ecco dove si lavora meglio.Facebook in testa tra le aziende tech

Bufale, menzogne e notizie reali: quando il web confonde i giovani

Facebook: pagine più simili a siti Web, con template personalizzabili

Aggiungi commento

Le idee e le opinioni espresse dai lettori attraverso i commenti a non rappresentano in alcun modo l'opinione della redazione e dell'editore. Gli autori dei messaggi rispondono del loro contenuto.


Codice di sicurezza
Aggiorna

Chi siamo

Network