Menu

baker cookstoveUn fornello ad alta efficienza energetica che migliora la vita delle donne e non solo. È Baker Cookstove, ideato per la cottura su fuoco all'aperto, il metodo poco sicuro e inquinate più utilizzato dalle donne del mondo in via di sviluppo per cucinare. Lo ha realizzato lo studio di design di Stoccolma Claesson Koivisto Rune.


Tra i vantaggi di questa stufa nata per aiutare lo sviluppo dei Peasi più poveri, c'è anche la consistente diminuzione del consumo di legna, e quindi della deforestazione, dal momento che utilizza solo 1/3 del materiale da combustione rispetto al metodo tradizionale su 3 pietre, energivoro e pericoloso per la salute.

Baker Cookstove aumenta anche la velocità di cottura, riducendo le emissioni di gas serra, oltre al fumo e all'inquinamento casalingo. Donne e bambini trasportano carichi di legna pesantissimi per distanze lunghissime. La legna è talmente indispensabile per il sostentamento che spesso i piccoli non vanno a scuola per raccoglierla.

backer

Con questa stufa, il team di progettazione ha cercato di produrre una semplice alternativa che brucia carburante in modo più efficiente, pur consentendo alle persone di mantenere le loro tecniche di cottura tradazionali. Durante recenti test presso l'Università di Nairobi, Baker Cookstove ha fatto registrare una riduzione del 56 per cento delle emissioni di monossido di carbonio e ha ridotto la quantità di particolato di oltre un terzo.

Kenya-The Baker Factory-3

La stufa è realizzata in robusto alluminio riciclato e sarà prodotta localmente da una società registrata in Kenya, contribuendo, così, anche all'economia locale. Il primo negozio ha aperto in Kenya nel mese di marzo e sta vendendo più velocemente di quanto possa essere rifornito. Sulla piattaforma di crowdfounding Indiegogo il progetto ha raccolto ad oggi oltre 8mila dollari.