Menu

oil 2

Gli sversamenti di petrolio in mare potranno essere ripuliti grazie alla soia. Quest'ultima infatti è in grado di evitare la dispersione del greggio. A rivelarlo è stato un nuovo studio dell'American Chemical Society.

In particolare, è la lecitina di soia a porre rimedio ai disastri provocati dall'uso del petrolio da parte dell'uomo. Essa si trova in numerosi prodotti alimentari ma la novità introdotta dagli scienziati americani è il nuovo ruolo che questa sostanza potrebbe avere in questo campo.

Secondo Ram B. Gupta e i colleghi, l'applicazione di disperdenti chimici è uno dei modi più efficaci per aiutare a sbarazzarsi delle fuoriuscite di petrolio in fretta, limitando sia i danni alla flora e alla fauna che la dispersione, riducendo i costi.

I disperdenti lavorano suddividendo il petrolio in piccole goccioline che i batteri possono degradare. Ma alcuni di essi sono dannosi sia per le squadre di pulizia che per la vita acquatica. Il rimedio potrebbe anche essere peggiore del male.

Così, il team di Gupta ha pensato a un ingrediente naturale, un agente in grado di accelerare l'assorbimento dei liquidi, costringendoli a formare piccole goccioline, senza gli effetti negativi sulla salute.

I ricercatori hanno così provato a separare il greggio usando un disperdente a base di lecitina di soia, un tensioattivo molto efficace usato negli alimenti, nei suoi componenti lipidici.

Poi, hanno testato come questi lipidi erano in grado di abbattere il petrolio in acqua in laboratorio. Hanno così scoperto che la lecitina di soia funzionava bene, al pari degli altri disperdenti.

A finanziare la ricerca, pubblicata su ACS, è stata la Gulf of Mexico Research Initiative.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

Marea nera: Bp chiede 20mld di risarcimento alla Halliburton

Sversamenti di petrolio: la barriera italiana che ha vinto il contest dell'Esa

Grafene bianco per assorbire le fuoriuscite di petrolio in mare

Aggiungi commento

Le idee e le opinioni espresse dai lettori attraverso i commenti a non rappresentano in alcun modo l'opinione della redazione e dell'editore. Gli autori dei messaggi rispondono del loro contenuto.


Codice di sicurezza
Aggiorna

Chi siamo

Network