Menu

gas serra standard cittàDalla Conferenza sul Clima di Lima arriva il primo standard globale per misurare i gas serra in città. Si tratta del GPC, altrimenti detto Global Protocol for Community-Scale Greenhouse Gas Emission Inventories.

Il GPC aiuterà le città a creare e gestire piani di azione mirati a monitorare i loro progressi verso gli obiettivi stabiliti per affrontare i cambiamenti climatici. Lo standard consentirà di integrare i dati sul clima e di accedere più facilmente ai finanziamenti locali e internazionali.

Lo standard è stato presentato da C40 e dai suoi partner già lo scorso settembre e ora a Lima ha ottenuto un’approvazione ampia da parte dei Governi. Si tratta del più grande impegno di cooperazione a livello mondiale tra i sindaci delle città per ridurre le emissioni di gas serra, tenere traccia dei progressi e prepararsi agli impatti dei cambiamenti climatici.

Le città useranno il GPC per garantire la coerenza, la credibilità e la qualità dei propri dati sulle emissioni locali. Costruire un inventario delle emissioni di gas a effetto serra permetterebbe ai leader delle città di gestire i loro impegni di riduzione delle emissioni e di assegnare risorse e sviluppare piani di azione per il clima globale.

Come ha spiegato Eduardo Paes, sindaco di Rio de Janeiro: “Con il lancio del GPC le città ora hanno un approccio coerente, trasparente e riconosciuto a livello internazionale per la misurazione e la comunicazione delle emissioni di tutta la città, consentendo un confronto credibile e l’aggregazione tra tempi e aree geografiche”.

gpc infografica

Più di 100 città, che rappresentano 1,1 miliardi di tonnellate di emissioni di gas serra, e più di 170 milioni di persone (l’equivalente della popolazione del Brasile) stanno già utilizzando le versioni beta del GPC. Le città riusciranno ad intervenire meglio per arginare i cambiamenti climatiic grazie al nuovo standard?

Marta Albè

Leggi anche:

Allarme effetto serra: il più alto degli ultimi 30 anni

Cambiamenti climatici: le paure degli scienziati nelle loro lettere e foto

Cambiamenti climatici, Ipcc: il global warming è già arrivato

GreenBiz.it

Network