Menu

google maps milano transitA Milano i mezzi pubblici arrivano su Google Maps grazie a Google Transit. Il servizio era stato presentato nel 2013 e ora, finalmente, si è concretizzato. Offrirà la possibilità di ricevere informazioni sui tragitti percorribili con i mezzi pubblici per giungere alla propria destinazione.

L’apertura dei nuovi uffici di Google in Porta Romana è diventata l’occasione per illustrare gli aggiornamenti relativi alla città di Milano. Le informazioni sul trasporto pubblico saranno a disposizione ogni giorno per milioni di visitatori, in particolare per facilitare gli spostamenti in vista di Expo 2015.

Esteso anche l’archivio immagini di Google Street View, che ora comprende nuovi punti di interesse storico, artistico, turistico e culturale. Ecco, ad esempio, la possibilità di compiere visite virtuali del Castello Sforzesco, dell’Arena Civica, del Parco delle Basiliche e dei giardini di Villa Lonati.

Milano si unisce alla campagna italiana per promuovere l’uso dei mezzi pubblici e finalmente inizia a migliorare l’offerta dei servizi presenti online per orientarsi. Con Google Transit i cittadini potranno connettersi alla rete, semplicemente dal proprio smartphone, per conoscere i tempi di percorrenza, le tratte e gli orari dei mezzi pubblici attivi nel capoluogo lombardo.

In questo modo le famose mappe di Google consentiranno a turisti e cittadini di organizzare meglio gli spostamenti. Se i visitatori saranno davvero numerosi, come si prevede in occasione di Expo 2015, potranno essere agevolati proprio dai servizi online.

Ecco dunque che molto probabilmente la collaborazione tra Google e il Comune di Milano andrà oltre l’Expo, sia per la promozione culturale e turistica della città, sia dal punto di vista della mobilità sostenibile. I cittadini stessi saranno più propensi a scegliere i mezzi pubblici per gli spostamenti se sarà più semplice capire come organizzare il proprio tragitto, con tanto di orari e tempi di percorrenza, finalmente.

Una vera e propria rivoluzione smart e sostenibile per Milano, che va oltre le parole e le promesse degli ultimi anni. Il capoluogo lombardo, grazie al sodalizio con Google, sposa la politica dell’open data, che permette di rendere disponibili a tutti i dati sui mezzi pubblici, in maniera aperta e accessibile.

Sostenibilità e nuove tecnologie ormai si muovono di pari passo ed è bene sfruttarle in modo intelligente non soltanto per promuovere grandi eventi, ma anche per facilitare cittadini e visitatori nella vita di tutti i giorni.

Marta Albè

Leggi anche:

GreenBiz.it

Network