Menu

India LED

Smart city ed efficienza energetica: l’India sostituirà 20 milioni di lampadine tradizionali con sorgenti luminose a LED, sia dell’illuminazione pubblica (lampioni stradali) che di quella domestica. Sulla griglia di partenza dunque il programma Efficient Lighting, che porterà entro due anni al massiccio cambiamento, con un costo di circa 340 milioni di euro ma un risparmio stimato di 790 milioni di euro l’anno.

Il programma è stato annunciato all’inizio dell’anno ma ora il ministro Piyush Goyal ha ribadito l’impegno del suo governo in una recente riunione delle agenzie per l’energia rinnovabile degli stati indiani, dando il via alle operazioni pratiche. Entro due anni, secondo Goyal, 20 milioni di lampadine saranno a LED con un risparmio che supera nettamente l’investimento iniziale.

Il programma ha come target sia l’illuminazione pubblica che quella domestica. Le società di distribuzione di energia offrirebbero direttamente sussidi ai consumatori nei vari stati per l’acquisto di lampadine a LED, offrendoli a prezzi nettamente inferiori al prezzo di mercato. Il costo finanziario delle sovvenzioni sarebbe a carico dell’Energy Efficiency Services Limited, che sarebbe successivamente ripagata dai risparmi finanziari realizzati dalle società di distribuzione.

Le parole del Ministro, inoltre, sembrano aver ottenuto anche altri effetti, che supererebbero il programma specifico previsto a breve termine. Il consigliere per la sicurezza nazionale starebbe pensando infatti installare dei pannelli solari sul tetto nella sua casa ufficiale, mentre diversi ministri e membri del Parlamento sarebbero all’opera per ottenere sistemi di energia solare off-grid installati nei villaggi di tutto il paese. Per un paese sempre più puntato all’uso delle rinnovabili.

Diversi sono ormai gli impegni di diverse nazioni nella direzione dell’energia green e dell’efficienza energetica. E l’Italia? Secondo gli ultimi dati Eurostat, in Europa l’uso delle rinnovabili è raddoppiato, ma l’Italia è ancora al 13esimo posto. D’altro canto l’Energy Efficiency Report 2015, realizzato dall’Energy & Strategy Group del Politecnico di Milano dimostrerebbe come il nostro sia il paese europeo con il maggiore potenziale di mercato nel campo dell’efficienza energetica.

Le politiche di incentivazione, però, non sempre aiutano.

Roberta De Carolis

LEGGI anche:

- Smart city: pericolo cambiamenti climatici e global warming per le città

- Efficienza energetica: quali sfide nell’epoca post-incentivi?

Aggiungi commento

Le idee e le opinioni espresse dai lettori attraverso i commenti a non rappresentano in alcun modo l'opinione della redazione e dell'editore. Gli autori dei messaggi rispondono del loro contenuto.


Codice di sicurezza
Aggiorna

Chi siamo

Network