Menu

soylent 450Il crowdfunding continua a rivelarsi un’ottima scelta quando si tratta di ottenere finanziamenti rapidi per start-up a cui non manca le idee ma mancano spesso i fondi per concretizzarle.

È recentissima la notizia che la Soylent di San Francisco ha raccolto oltre 10 mld di dollari per realizzare l’omonimo cocktail, un liquidocontenente tutti i principi nutritivi di cui il corpo umano ha bisogno.

SOYLENT – A prima vista non sembra certo succulento. Eppure, l’esperimento di Rob Rhinehart, un programmatore di Atlanta ha portato alla nascita di un cibo alternativo. L’esperimento è sostanzialmente chimico, visto che è il frutto di un’analisi su quali sostanze il corpo ha bisogno, poi appunto raccolte all’interno di questo liquido beige.

Non solo. L’esperimento di Rhinehart è stato condotto su se stesso. Risultato: senso di sazietà completo. Non ci sono segreti, la ricetta è pubblicata online.

CI SERVE IL CIBO? – Siamo abituati a consumare pasti dall’aspetto, dal gusto e dall’odore gradevole, ma forse non è necessario. O almeno non lo è se pensiamo che, di fatto, per produrre energia, il nostro corpo ha bisogno di sostanze nutritive, non necessariamente di veri e propri piatti.

Sulla base di questo ragionamento, Soylent rappresenta perfettamente la sintesi di quanto occorre all’organismo umano per mantenersi in forma. E potrebbe essere anche una soluzione per risparmiare risorse alimentari, denaro ed energia. Per un pasto bastano meno di 4 dollari, mentre al giorno sono sufficienti meno di 10 dollari.

IL CROWDFUNDING – Per Soylent sono stati appunto raccolti oltre 10 mln di dollari, poi è arrivato il debutto sul mercato a maggio e si sono sprecate parole non sempre carine: “Play-Doh non tossico” è una delle frasi più gettonato.

Ma soprattutto, questo cibo alternativo è stato accusato di essere potenzialmente una causa di disordini alimentari. Resta il fatto che sono stati raccolti fondi anche da investitori degni di nota quali Lerer Hippeau Ventures e Andreessen Horowitz, fino a 1,5 mln di dollari.

Anna Tita Gallo

LEGGI anche:

5 consigli alle start up per fare business senza spendere un capitale

Le 5 migliori piattaforme del mondo per le rinnovabili in crowdfunding

10 brillanti idee green finanziate dal basso con il crowdfunding

GreenBiz.it

Network