Menu

agevolazioni pmiNascono le PMI innovative. Al vaglio del Governo troviamo un pacchetto di misure dedicato alle piccole e medie imprese dedicate all'innovazione hi-tech. Si tratta di un insieme di agevolazioni speciali soprattutto dal punto di vista fiscale.

Per le PMI innovative sarebbero permesse agevolazioni fiscali fino a 7 anni e la possibilità di ricorrere al crowdfunding. Si estende la nozione di start up, che riguarderà anche aziende residenti in altri Stati UE.

Le PMI innovative molto probabilmente potranno beneficiare delle stesse semplificazioni e agevolazioni fiscali di cui godono le start up, per un periodo compreso tra i 5 e i 7 anni. Potranno diventare start up anche le realtà costituite da cinque anni, mentre fino a questo momento il limite era di quattro anni.

Per poter parlare di PMI innovative, le imprese dovranno possedere requisiti ben specifici, tra cui bilanci certificati e il fatto di essere titolari di almeno un brevetto o un marchio. Le imprese che avranno i requisiti richiesti potranno presentare un'autocertificazione al servizio imprese, così da poter accedere al crowdfunding.

Per i contratti di rete d'impresa è previsto un rifinanziamento dell'agevolazione fiscale da 50 milioni di euro. Ora non resta che attendere di comprendere la forma legislativa con cui l'Investment Compact e le novità per le piccole e medie imprese entreranno in vigore. Il nuovo regime fiscale speciale favorirà la ripresa economica?

Marta Albè

Leggi anche:

5 consigli alle start up per fare business senza spendere un capitale

GreenBiz.it

Network