Menu

fast food pausa pranzo

Il fast food in pausa pranzo rallenta la concentrazione sul lavoro. Meglio lasciar perdere hamburger, patatine e tranci di pizza al volo a favore di una pausa pranzo leggera e salutare per essere più concentrati al ritorno in ufficio.

Alcune persone durante la pausa pranzo preferiscono un pasto veloce e nello stesso tempo poco salutare come il classico panino con hamburger e patatine del fast food. Purtroppo questi cibi sono troppo ricchi di grassi e di calorie, rallentano la digestione e la concentrazione.

Lo sostengono gli esperti dell’ospedale Humanitas, che mettono in guardia chi è abituato a fare una pausa pranzo veloce a base di cibi ipercalorici.

Secondo la dottoressa Manuela Pastore vanno evitati pasti troppo ricchi di grassi come il cibo da fast food e i panini a più strati conditi con salse, salumi e formaggi ma anche le pizze molto farcite.

L’esperta consiglia la semplicità. Meglio sostituire il panino del fast food con una bella insalata di verdure. Oppure in pausa pranzo si può fare un pasto completo con un primo piatto a base di cereali: riso o pasta ma anche orzo e farro.

Il suggerimento è di scegliere dei condimenti leggeri per i primi piatti. Come secondo vanno bene delle verdure di stagione. Oltre alla carne e al pesce, non dobbiamo dimenticare che anche i legumi sono una fonte di proteine.

Attenzione, infine, alle insalatone tipiche proposte dai bar, troppo ricche di formaggio, prosciutto, tonno e uova. L’esperta dell’Humanitas consiglia di evitare le insalatone eccessivamente cariche di grassi e calorie. In conclusione, se volete rimanere concentrati durante il vostro pomeriggio di lavoro, lasciate perdere i piatti elaborati e da fast food e date la preferenza a pasti leggeri e nutrienti.

Marta Albè

Leggi anche:

GreenBiz.it

Network