Menu

stanchezza pomeridiana

Calo di energia dopo pranzo? La sonnolenza pomeridiana a quanto sembra è perfettamente normale per chi lavora in ufficio.

Una ricerca condotta su 1000 lavoratori italiani ha rivelato che la sonnolenza in ufficio scatta ogni giorno ad un orario ben preciso, le 15.27. Per quanto riguarda i dipendenti italiani il calo energetico dopo pranzo coinvolge 9 lavoratori su 10.

Cosa fanno i dipendenti per affrontare il tipico momento di sonnolenza? Chi può schiaccia un pisolino (17%), la maggioranza prende un caffè (58%) mentre soltanto il 5% decide di fare attività fisica.

Le stime della ricerca condotta da Brooks Running riguardano mille lavoratori italiani di età compresa tra i 18 e il 65 anni. La ricerca parla di un vero e proprio deficit produttivo che dura 34 minuti circa ogni giorno per un totale di 141 ore di calo energetico e produttivo all’anno.

Il problema del calo energetico potrebbe essere legato al fatto che, come emerge dalla ricerca, l’84% delle persone intervistate non svolge alcuna attività fisica durante la giornata. Molti trascorrono 8 ore alla scrivania senza mai alzarsi.

Il consiglio per evitare la stanchezza pomeridiana è di fare attività fisica in pausa pranzo, ad esempio con una passeggiata o con una breve corsa.

A parere degli esperti chi non dimentica di fare movimento in pausa pranzo, soprattutto se all’aria aperta e a contatto con la natura, ricomincia a lavorare con maggiore energia. Il consiglio per le aziende è dunque di incoraggiare i dipendenti ad uscire dall’ufficio per la pausa pranzo e di fare una bella camminata prima di mangiare e di tornare al lavoro.

Marta Albè

 

Leggi anche:

 

Aggiungi commento

Le idee e le opinioni espresse dai lettori attraverso i commenti a non rappresentano in alcun modo l'opinione della redazione e dell'editore. Gli autori dei messaggi rispondono del loro contenuto.


Codice di sicurezza
Aggiorna

Chi siamo

Network