Menu

pedala napoli biciBici a pedalata assistita, dal 1° ottobre a Napoli arrivano gli incentivi. I cittadini residenti nel comune partenopeo che decideranno di acquistare una due ruote di questa categoria potranno ottenere un contributo di 200 euro e un ulteriore sconto del 10% da parte del Concessionario.

Al via domani la campagna E-pedala facile...anche in salita, presentata dal Comune in collaborazione con ANEA, Agenzia Napoletana Energia e Ambiente in occasione della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile che si è svolta dal 16 al 22 settembre.

L'iniziativa è volta a promuovere il mezzo di trasporto ecologico per eccellenza nella sua versione a motore elettrico. Secondo il Comune si tratta di una “scelta comoda per spostarsi in città percorrendo fino a 40 km con soli 0,10 cent”, con la ricarica che può essere effettuata comodamente a casa.

Come fare per ottenere gli incentivi? I tre requisiti dovranno essere la maggiore età, la residenza nel Comune di Napoli e non aver usufruito dello stesso bonus in passato. Per ottenere gli incentivi basterà rivolgersi ad uno dei concessionari aderenti alla campagna e, dopo aver scelto la bici a pedalata assistita, compilare l'apposito modulo di richiesta fornito direttamente dal rivenditore allegando copia del documento di identità.

Lo sconto per ogni singola bici sarà di 200 euro ma non potrà comunque superare il 50% del costo della bicicletta (IVA esclusa). Inoltre, le ditte aderenti potranno applicare un ulteriore sconto del 10% sul prezzo di listino.

Quest'iniziativa serve ad avvicinare il cittadino all'utilizzo della bicicletta come mezzo alternativo all'automobile e allo scooter per muoversi in città, facendo bene non solo all'ambiente ma anche alle tasche. Si tratta, infatti, di un mezzo quasi a costo zero di gestione, in quanto non richiede assicurazione o bollo e non necessita di patenteha detto il Vicesindaco Tommaso Sodano.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

A lavoro in bici: 5 case history di successo dagli Usa

L’e-bike per le imprese e il cicloturismo: A2B punta al B2B

GreenBiz.it

Network