Menu

vwdieselgateLo scandalo Volkswagen si allarga sempre di più: nei giorni scorsi l’EPA, dagli Usa, ha ribadito che la casa automobilistica utilizzava il software per modificare i dati sulle emissioni dei veicoli in fase di test su molte più vetture rispetto a quanto già si sospettasse. E VW ammette.

Volkswagen ha ammesso, rispondendo a EPA e California Air Resources Board, che il software si trova installato su circa 85 mila veicoli Volkswagen, Audi e Porsche con motori diesel 3 litri commercializzate negli Usa dal 2009.

A inizio mese, VW era stata accusata di aver installato il "defeat device" su circa 10 mila auto dal 2014 al 2016, violando il Clean Air Act. Per questo, era stata avviata un’inchiesta perché fossero prese azioni precise contro il software.

Le ultime notizie dicono però che saranno ancora più automobilisti a vedere le proprie vetture richiamate dai concessionari per rimediare al danno. Intanto, il portavoce dell’Audi Brad Stertz ha ammesso che VW non ha mai parlato del software alle istituzioni ma che acconsente a riprogrammarlo perché venga approvato.

Il software incriminato sarebbe quindi installato su molti modelli: Audi Q7, Volkswagen Touareg (modelli dal 2009 al 2016), Porsche Cayenne (dal 2013 al 2016), ma anche Audi A6, A7, A8, 3e Q5s (dal 2014 al 2016).

Riassumendo, dunque, il software per eludere i test strumentali e mascherare le emissioni di monossido di azoto si trova su vetture vendute negli Usa dal 2009, ben 85 mila, molte di più rispetto alle 10 mila “contate” dall’EPA, commercializzate dal 2014.

L’annuncio è arrivato mentre VW raccomanda il blocco delle vendite e, dall’altro lato, le istituzioni ricordano che i veicoli sono sicuri e possono essere guidati senza problemi, anche se emettono più del dovuto rispetto agli standard EPA (fino a 9 volte i livelli consentiti nel caso dei motori a 6 cilindri e fino a 40 volte nel caso dei 4 cilindri).

Rimediare per VW è la priorità e, per questo, ha anche annunciato un taglio alle spese di 1 mld di euro per il prossimo anno.

Anna Tita Gallo

LEGGI anche:

Dieselgate: Epa, emissioni truccate anche su Porsche. Volkswagen smentisce

Dieselgate: prima causa italiana contro Volkswagen. Ecco come unirsi alle class action

Scandalo Volkswagen: coinvolti anche motori del 2012. I costi della frode

GreenBiz.it

Network