Menu

autoelettriche È inutile negarlo: al momento i veicoli elettrici e ibridi costano di più di quelli a metano e benzina. Ma questo scenario cambierà. Secondo uno studio del Bloomberg New Energy Finance cambierà già entro il 2025.

Entro quell’anno il costo delle batterie calerà così tanto che le auto elettriche non costeranno di più delle altre e il mercato sarà del tutto competitivo.

È vero, manca un decennio. Ma già negli anni precedenti il prezzo dei veicoli elettrici calerà progressivamente e il consumatore se ne renderà conto. Nel 2007 i prezzi delle batterie erano attorno a 1 dollaro/kWh, ma nel 2014 il prezzo è sceso a 300 dollari/kWh.

Ma, soprattutto, si stima che al 2017 il prezzo delle batterie scenderà fino a circa 230 dollari/kWh.

“Per qualche anno il vantaggio economico del possedere un’automobile tradizionale sarà ancora visibile, non ci aspettiamo che i veicoli elettrici vadano oltre il 5% delle vendite nella maggior parte dei mercati se non in quelli dove gli incentivi fanno la differenza, ha dichiarato Salim Morsy, senior analyst e autore dello studio, che però ribadisce le novità imminenti.

Al 2040 le vendite saliranno a 41 mln di unità, il 35% delle vendite totali di nuove auto, un dato importante soprattutto considerando che per il 2015 si stima che siano stati venduti 462 mila veicoli, il 60% in più rispetto al 2014. La rivoluzione elettrica è vicina.

Anna Tita Gallo

LEGGI anche:

L’economia low carbon è in crescita. Parola di Goldman Sachs

Tesla, nuovo spot. Ma è un fake realizzato dagli ammiratori (VIDEO)

900 milioni di batterie Tesla per la transizione globale verso le rinnovabili

GreenBiz.it

Network