Menu

Efficienza energetica 1

Partecipare alla Tavola rotonda dal titolo "Finanziare l'efficienza energetica: orientamenti del mondo del credito e della finanza, prodotti finanziari dedicati alle ESCO, modelli emergenti di business e di gestione del rischio. Investitori e operatori a confronto", promossa all'interno del Forum Efficienza Energetica 2015, organizzato da Business International, ha rappresentato un momento di confronto importante sulle criticità e i vantaggi del comparto.

È fondamentale stimolare al massimo la leva dell'efficienza energetica in quanto driver di sviluppo per il Paese e fattore di competitività delle organizzazioni, oltre che elemento necessario per raggiungere gli obiettivi di risparmio energetico fissati dalla SEN e attesi al 2020. Investire in efficienza energetica significa ridurre i consumi del 24%, risparmiare fino a 8 miliardi di euro all'anno e creare nuovi posti di lavoro.

Come rilevato dalla II edizione dello studio "Stato e prospettive dell'efficienza energetica in Italia", realizzato dalla Fondazione Enel con il dipartimento di Ingegneria Gestionale del Politecnico di Milano, i posti di lavoro e l'indotto collegato alle attività di efficientamento energetico sono stimati in più di 400mila unità necessarie annualmente a sostenere un mercato così importante.

Sempre secondo tale studio, l'efficienza energetica può generare volumi d'affari tra i 350 miliardi di euro, in uno scenario di sviluppo moderato e i 510 in quello considerato ottimale.

In tale contesto, si conferma il ruolo strategico dell'impresa e delle istituzioni finanziarie nella realizzazione di interventi di miglioramento dell'efficienza energetica, in considerazione degli investimenti rilevanti che richiedono.

Enrico Colombo,

AD di Cofely Italia e Vice Presidente Assistal

GreenBiz.it

Network