Menu

papanaturaAnche Papa Francesco si esprime contro chi fa del male all’ambiente e al Pianeta. Essendo un peccato, va confessato e occorre riparare. È questo il messaggio che il Pontefice ha lanciato in occasione della Giornata mondiale di preghiera per la cura del creato.

Il Papa parla della natura come della “nostra casa comune", che stiamo maltrattando. E "quando maltrattiamo la natura, maltrattiamo anche gli esseri umani", dice. Vale per tutti, indipendentemente dalla loro religione e dal dio in cui credono.

Siamo tutti abitanti dello stesso Pianeta, d’altra parte. Un messaggio che s’inserisce nella scia dell’enciclica Laudato Si’, tutta dedicata dal Papa alle tematiche ambientali e che ribadisce l’importanza di lottare contro i cambiamenti climatici. “Non possiamo arrenderci o essere indifferenti alla perdita della biodiversità e alla distruzione degli ecosistemi, spesso provocate dai nostri comportamenti irresponsabili ed egoistici. Per causa nostra, migliaia di specie non daranno gloria a Dio con la loro esistenza né potranno comunicarci il proprio messaggio. Non ne abbiamo il diritto”, recita il messaggio del Papa, che utilizza una parola molto forte, “grida” per indicare il lamento sia della Terra che dei poveri del mondo.

Nel messaggio troviamo una consapevolezza estrema di quanto sta accadendo attorno a noi e di quanto la comunità scientifica stia cercando di ribadire: “Il pianeta continua a riscaldarsi, in parte a causa dell’attività umana: il 2015 è stato l’anno più caldo mai registrato e probabilmente il 2016 lo sarà ancora di più. Questo provoca siccità, inondazioni, incendi ed eventi meteorologici estremi sempre più gravi. I cambiamenti climatici contribuiscono anche alla straziante crisi dei migranti forzati. I poveri del mondo, che pure sono i meno responsabili dei cambiamenti climatici, sono i più vulnerabili e già ne subiscono gli effetti”.

Che fare, allora? Pentirsi, innanzitutto. Ma poi occorre anche passare all’azione e cambiare le proprie abitudini: riciclare, impegnarsi nella raccolta differenziata, non sprecare, scegliere il trasporto pubblico e la mobilità sostenibile, trattare con cura gli altri esseri viventi. In sostanza, adottare “comportamenti concreti più rispettosi del creato”.

Anna Tita Gallo

LEGGI anche:

Papa Francesco al Congresso Usa: i cambiamenti climatici sono un problema di tutti, ma siamo ancora in tempo

Cop 21: accordo sul clima a rischio fallimento. Il monito di Papa Francesco

Enciclica ambiente di Papa Francesco: via le fossili per salvare il clima (#LaudatoSi)

GreenBiz.it

Network