Menu

emissioni co2

Il 2016 non è soltanto l’anno più caldo di sempre da quando vengono misurate le temperature terrestri, è anche un anno da record, purtroppo negativo, per quanto riguarda le emissioni di Co2.

Secondo l’Organizzazione Meteorologica Mondiale nel 2015 e nel 2016 il Pianeta ha toccato un vero e proprio limite massimo per le emissioni di anidride carbonica in atmosfera. Si tratta della conseguenze delle attività umane poco rispettose dell’ambiente.

Soltanto intervenendo in modo mirato secondo gli esperti potremo riuscire a ridurre i livelli delle emissioni di Co2. L’entrata in vigore di quanto stabilito alla Conferenza sul Clima di Parigi svoltasi a dicembre 2015 dovrebbe portare numerosi Paesi del mondo ad intervenire per ridurre le emissioni inquinanti.

A livello globale la media di concentrazione di anidride carbonica nell'atmosfera ha superato la soglia di 400 parti per milione per la prima volta nel 2015 e per quanto riguarda il 2016 ci si aspetta altrettanto.

I cambiamenti climatici stanno provocando danni evidenti non solo al Pianeta ma anche al sistema produttivo a partire dall’agricoltura per via delle gravi situazioni di siccità e della mancanza di precipitazioni.

Per quanto riguarda l’innalzamento delle temperature e il riscaldamento globale come direttamente legati ai cambiamenti climatici, il 2016 è già riuscito a superare gli anni che erano rimasti fino ad ora nelle prime posizioni e cioè il 2015, il 2014 e il 2010.

Per ridurre le emissioni di anidride carbonica e l’inquinamento le soluzioni esistono, si tratta di prendere decisioni dall’alto per metterle in pratica, a partire dalla mobilità elettrica alimentata da fonti rinnovabili.

Marta Albè

Leggi anche:

GreenBiz.it

Network