Menu

trumpbandieraDonald Trump e il fermo negazionismo nei confronti dei cambiamenti climatici sono la prova dell’impronta che darà alla sua presidenza. E per molti sarà una catastrofe.

Sarà impossibile stabilizzare il surriscaldamento globale al di sotto di livelli pericolosi”, dice Michael Mann, celebre ricercatore sui cambiamenti climatici. Gli fanno eco in molti, tra gli scienziati. Kevin Trenberth, dal US National Center for Atmospheric Research, parla di “disastro per il Pianeta”.

A rischio c’è anche l’accordo di Parigi, che Trump vorrebbe del tutto cancellare. Stessa sorte per il Clean Power Plan di Barack Obama con i relativi finanziamenti alle energie pulite, se Trump fosse in grado di portare avanti tutte le sue promesse (ci auguriamo di no).

“Milioni di americani hanno votato per un amante delle fossili che nega i cambiamenti climatici e condanna il mondo a povertà, carestie e morte è la posizione di Benjamin Schreiber di Friends of the Earth US.

Altro fronte caldo, quello delle infrastrutture, con Trump che non sente ragioni quando si parla di Keystone o Dakota Access, che da tempo hanno innescato la dura battaglia dei nativi americani e hanno portato a rivedere i progetti considerandone maggiormente gli impatti su ambiente e popolazione locale.

Poi a spaventare ci sono le nomine di alcuni personaggi in poltrone chiave per la sorte dell’ambiente. Myron Ebell, che affermava come l’innalzamento globale fosse nulla di cui preoccuparsi, è stato nominato capo di un think tank che supervisiona i piani di transizione per la Environmental Protection Agency, che Trump immaginava peraltro di abolire del tutto. Sarah Palin, ex governatrice dell'Alaska ed ex candidata alla vicepresidenza con John McCain, potrebbe diventare segretario dell’Interno e decidere su tesori quali il parco di Yellowstone e quello di Yosemite. Per chi non lo ricordasse, anche lei sostiene fermamente le trivellazioni e un futuro legato alle fossili.

Trump bloccherà la transizione verso Stati Uniti più green, in cui innovazioni come le batterie di Tesla e l’autoproduzione facciano da padrone. Il trend sarà rallentato, ma soprattutto i cambiamenti climatici avranno più spazio per manifestare le proprie conseguenze a seconda di quanto incisiva sarà la libertà di scelta di Trump.

Anna Tita Gallo

LEGGI anche:

Il piano di Trump: no ad accordo clima, si a trivellazioni e oleodotto

Obama sbarca su Facebook. Il primo messaggio è sui cambiamenti climatici

Cambiamenti climatici, Usa: i 5 punti del Clean Power Plan di Obama

GreenBiz.it

Network