Menu

scorie nucleariCome affrontare il problema dello smaltimento delle scorie nucleari? Quattro senatori statunitensi hanno presentato una nuova proposta di legge che mira a creare un piano a lungo termine per la gestione delle giacenze di scorie nucleari presenti sul territorio. La nuova proposta ha preso le mosse per la volontà dei senatori USA Dianne Feinstein dalla California, Lamar Alexander dal Tennessee, Ron Wyden dall'Oregon e Lisa Murkowski dall'Alaska.

L'American Nuclear Society (ANS) ha elogiato i senatori per la loro revisione della legislazione esistente e per il loro interesse nel coinvolgere la comunità scientifica e tecnica nella preparazione delle nuove linee guida da sviluppare. La proposta di legge mira a creare una gestione dello smaltimento delle scorie nucleari che risulti del tutto nuova ed indipendente.

Sarà costituito un comitato formato da cinque membri che ne saranno i supervisori. L'American Nuclear Society è convinta che un'entità indipendente sia necessaria per assicurare la completa gestione del ciclo delle scorie nucleari. "Incoraggiamo fortemente la commissione a proseguire nel proprio impegno per stabilire e ufficializzare un'organizzazione che possa occuparsi di indirizzare lo smaltimento delle scorie nucleari".

La nuova legge creerà inoltre un quadro normativo volto allo sviluppo di un sistema di punti di stoccaggio provvisorio e di un deposito geologico a lungo termine. Secondo ANS, entrambi gli aspetti dovranno essere presi in considerazione ed attuati in contemporanea. A parere di ANS, infatti, anche nel caso in cui gli Stati Uniti decidano di sviluppare una tecnologia per il riciclo delle scorie nucleari, sarà comunque necessario inviare una certa quantità di materiali presso depositi geologici.

Marta Albè

GreenBiz.it

Network