Menu

solarexpo 2015 450Sta per chiudere i battenti Solarexpo-The Innovation Cloud 2015 nella nuova location del MiCo di Milano. Che fiera è stata?

Tra gli stand, ormai in evidente diminuzione se paragonati alle edizoni di qualche anno fa, si è respirato buon umore. Il clima sembra essere di fiducia per il futuro. Pochi, ma forse ora anche più "buoni". Il fotovoltaico italiano guarda avanti, ai nuovi impianti da realizzare senza incentivi, valorizzando l'autoconsumo. Ma anche offrendo nuove soluzioni che consentano di non metter mano al portafoglio, come, ad esempio, il fotovoltaico a noleggio per le Pmi di Conergy.

Il mutamento di clima è emerso anche nel convegno organizzato da SolareB2B "Installatori e distribuzione nel mercato del fotovoltaico 2.0: nuove sfide professionali e nuove opportunità", in cui è stato presentato l'annuale sondaggio, che quest'anno indica una ritrovata fiducia nel settore da parte degli operatori.

È quello che emerge dalle opinioni dei 319 installatori italiani, soprattutto del Nord Italia, intervistati, che danno la conferma di un mercato che sta ripartendo, dopo due anni di particolare difficoltà. D'altronde l'Italia è anche il primo Paese in cui il fotovoltaico dimostra di poter avere un ruolo importante nel mix energetico, anche nel mercato in grid parity.

Nel 2015, quindi, soffia il vento dell'ottimismo per il fotovoltaico nazionale? Ai microfoni di greenBiz.it hanno risposto nell'ordine: Valerio Natalizia - Amministratore Delegato di SMA Italia; Paolo Rocco Viscontini - ‎President/CEO, Enerpoint SpA; Alberto Pinori - Direttore Generale Fronius; Giovanni Buogo, Sales Manager Aleo Solar.