Menu

galletti

Le plastiche incontrano le bioplastiche. Questa mattina presso La Residenza di Ripetta in Roma è stato sottoscritto, alla presenza del Ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti, l'Accordo di programma promosso da Corepla, Conai, Assobioplastiche e il Consorzio Italiano Compostatori (CIC) per favorire e migliorare la gestione ambientale degli imballaggi in plastica biodegradabili e compostabili.

L'obiettivo è quello di aggiungere un importante e innovativo strumento a favore del cittadino, dell'amministrazione pubblica e delle imprese, per una vera e fattiva cultura del riciclo in un'economia sempre più circolare. I punti dell'Accordo, valido per un biennio, prevedono la messa a disposizione da parte di Corepla di una somma sino a 1 milione e 500 mila euro annui.

Si tratta di risorse importanti per educare tutti gli stakeholder (aziende di trasformazione, commercianti, amministrazioni locali e cittadini) sul rispetto della normativa italiana che vieta la commercializzazione dei sacchi per l'asporto merci non biodegradabili e compostabili.

Gli obiettivi dell'accordo prevedono di:

- supportare i Comuni nei programmi di inclusione degli imballaggi in plastica biodegradabile e compostabile nei servizi di raccolta differenziata dei rifiuti organici
- definire piani di comunicazione (campagne informative) per la valorizzazione ed il corretto sviluppo dei sistemi di raccolta e trattamento di questo tipo di imballaggi nella frazione organica.

- sensibilizzare i cittadini, le istituzioni e le imprese verso la miglior gestione degli imballaggi in plastica biodegradabile e compostabile nell'ottica di un consumo sostenibile delle risorse, della prevenzione della formazione di rifiuti e dell'incremento della raccolta differenziata di qualità.

- supportare l'attività di monitoraggio, ricerca e sperimentazione nella filiera del riciclo organico, anche in relazione alle diverse soluzioni impiantistiche esistenti e al maggior conferimento di imballaggi in plastica biodegradabili e compostabili
- implementare l'attività di ricerca universitaria istituendo e finanziando specifici progetti di ricerca.

"Trattasi di un accordo che si inserisce pienamente nelle attività di promozione della raccolta differenziata di qualità perseguite da Conai/Corepla" afferma il Presidente di Conai Roberto De Santis. "Migliora la qualità di alcune frazioni di rifiuti di imballaggio in plastica riducendo il contenuto delle plastiche biodegradabili compostabili. Prevede la possibilità di favorire attività di ricerca nel settore per rendere progressivamente migliori prestazioni e riciclabilità".

GreenBiz.it ha chiesto ai protagonisti della giornata cosa si aspettano da questo accordo che vuole migliorare ancora la raccolta differenziata.

Roberta Ragni

Leggi anche:

GreenBiz.it

Network