Menu

fv germania 450x300Secondo una ricerca condotta dalla Global Climate and Energy Project della Stanford University, il fotovoltaico produce più energia di quanta ne consumi. Grazie ai Conti Energia, la filiera del fotovoltaico ha raggiunto una competitività vicina a quella delle fonti fossili, dando modo, in alcune zone del Meridione a maggior irradiazione solare, di dar vita già adesso a progetti senza incentivi. Tuttavia, per il resto del Paese occorrerà ancora del tempo prima di raggiungere la grid parity.

Ma con gli incentivi del quinto Conto energia ormai esauriti, la domanda d'obbligo è: quando il nostro Paese raggiungerà la grid parity? Lo abbiamo chiesto agli operatori del settore, concordi nel chiedere un rapido intervento della politica che metta fine al vero problema del solare: l'incertezza normativa e l'eccessiva burocrazia.

Grid parity: quando verrà raggiunta in Italia?

Giuseppe Bratta, Presidente Distretto produttivo La Nuova Energia. "Il futuro del FV in Italia sarà strettamente correlato alla diffusione di impianti di generazione in grado di consentire a famiglie e aziende di produrre energia elettrica tale da soddisfare i propri consumi. La grid parity sarebbe stata già raggiunta se fossero eliminati quei meccanismi burocratici che ad oggi penalizzano il settore. Oltre alla tecnologia e all'innovazione, è necessario agire politicamente e garantire sistemi normativi stabili e consapevoli. Tutti, privati e aziende, dovrebbero avere la possibilità di produrre l'energia di cui si necessità per poi "compensarla" in rete tra consumi e produzione".

Federico Gabriele, Amministratore Unico Verdeenergia!. "Parlando di Grid Parity l'Italia potrebbe arrivare ad una quota media di 1 $/Wp alla fine di quest'anno per impianti superiori a 200Wp. Un buon risultato sebbene siamo tutti consapevoli che quella che si sta delineando è una strada lunga e a volte tortuosa e che, seppur si possa ormai parlare di Grid Parity in Italia, il lavoro da fare per una più completa e definitiva affermazione di questa come metodo veramente alternativo di produzione dell'energia, richiede ancora impegno e responsabilità. Sarebbe opportuno favorire la diffusione di informazioni giuste sulle energie rinnovabili, sensibilizzare la popolazione verso i temi ambientali, rendere l'Italia attraente agli occhi degli investimenti esteri. Le energie rinnovabili contribuiscono alla diversificazione, alla sicurezza degli approvvigionamenti e alla lotta al cambiamento climatico. Tematiche molto importanti a livello di strategia nazionale".

Cosimo Corleone, Responsabile Marketing e Commerciale Sunways AG. "La grid parity si può raggiungere già oggi. In Sicilia e Sardegna, considerando anche il recente calo dei prezzi dei moduli, è già possibile realizzare impianti sostenibili dal punto di vista dell'investimento. La grid parity nel Sud Italia è ormai a portata di mano: le regioni del sud hanno più irragiamento e quindi producono di più. Nel centro e al nord, invece, ci vorrà più tempo".

Giorgia Colombo, Responsabile Marketing Ravano Green Power. "In realtà, in alcune aree in cui l'irraggiamento solare è alto, la grid parity è sta già raggiunta. Ma l'incertezza normativa, insieme al costo dei pannelli, che è il fattore dominante, la sta mettendo a rischio e, ad oggi, è impossibile determinare quando si estenderà a tutta l'Italia. Realizzando impianti in autoconsumo, inoltre, non ci sarebbe nemmeno bisogno del conto energia. Per questo, se il comparto venisse supportato, si riuscirebbe a dare impulso al mercato e a creare occupazione, soprattutto in un momento come questo di forte crisi economica".

Roberta Ragni

Leggi anche:

- Quinto Conto Energia: il fotovoltaico sarà conveniente anche una volta finiti gli incentivi?

- Incentivi Fotovoltaico: Sesto Conto Energia in arrivo?

- Fotovoltaico: genera più energia di quella necessaria per produrre e installare i pannelli solari

Network