Menu

COP22 conclusa a Marrakesh: fallimento o successo per il clima?

  • Scritto da Roberta De Carolis

cop22 fallimento

La COP 22 si è conclusa lo scorso Venerdì 18 novembre a Marrakesh, la prima grande conferenza sul clima dopo quella di Parigi che, tra molte difficoltà e ritardi, ha portato comunque all’impegno di 111 Nazioni su 197 per la salvaguardia del clima, mediante un accordo che mira a contenere il riscaldamento globale entro 2°C.

Leggi tutto: COP22 conclusa a Marrakesh: fallimento o successo per il clima?

Cop 22: da Marrakesh l’impegno ad attuare entro il 2018 l'Accordo di Parigi. Tutte le reazioni

  • Scritto da Anna Tita Gallo

cop22loghiSi è chiusa ufficialmente la Conferenza Onu sul clima di Marrakech. Il risultato di questa Cop 22 è che i 197 stati partecipanti si impegnano a definire entro dicembre 2018 il regolamento per l'attuazione dell' Accordo di Parigi. Il testo dovrà contenere le modalità con le quali saranno monitorate le azioni volte alla riduzione dei gas serra. Inoltre, nel testo finale prodotto a Marrakesh, compare la richiesta ai Paesi ricchi lavorare ancora perché entro il 2020 sia varato il Green Climate Fund per sostenere i Paesi in via di sviluppo nella lotto contro il surriscaldamento globale e le conseguenze dei cambiamenti climatici.

Leggi tutto: Cop 22: da Marrakesh l’impegno ad attuare entro il 2018 l'Accordo di Parigi. Tutte le reazioni

Riforma dei parchi e aree protette in Senato: cosa cambia davvero?

  • Scritto da Roberta De Carolis

legge parchi 1

Legge sui parchi e le aree protette: una proposta di riforma alla precedente legge ancora in vigore (394/91) è in discussione in Senato. Il testo, arrivato in aula il 21 ottobre, era stato presentato dal senatore Massimo Caleo e assegnato alla 13ª Commissione permanente (Territorio, ambiente, beni ambientali) in sede referente il 19 settembre 2013.

Leggi tutto: Riforma dei parchi e aree protette in Senato: cosa cambia davvero?

Ratifica Accordo di Parigi: la svolta storica per la lotta ai cambiamenti climatici?

  • Scritto da Roberta De Carolis

ratifica parigi

Ratifica accordo di Parigi: dopo gli inspiegabili ritardi, arriva finalmente il via libera al Senato. Le pressioni dell’Unione Europea, che il 22 aprile a New York aveva firmato l’impegno delle parti al contenimento del riscaldamento globale, e, forse, dell’opinione pubblica, hanno avuto alla fine il loro effetto: il prossimo 4 novembre l’accordo è legge.

Leggi tutto: Ratifica Accordo di Parigi: la svolta storica per la lotta ai cambiamenti climatici?

Petrolio, ricerche con l’airgun: ennesimo regalo alla lobby fossili?

  • Scritto da Roberta De Carolis

airgun

Il petrolio non basta mai e, dopo il mancato raggiungimento del quorum al referendum trivelle, il Ministero dell’Ambiente approva nuove ricerche, stavolta con l’air gun, tecnica che prevede l’utilizzo dei cannoni ad aria compressa per prospezioni marine, e che consente di ricavare informazioni sulla stratigrafia del sottosuolo, portando a riconoscere la presenza di gas o liquidi.

Leggi tutto: Petrolio, ricerche con l’airgun: ennesimo regalo alla lobby fossili?

Combustibili alternativi, il Decreto in Senato: un ostacolo a mobilità elettrica e biometano?

  • Scritto da Roberta De Carolis

combustibili alternativi

Combustibili alternativi, lo schema di Decreto legislativo è arrivato in Senato. Il testo ed è stato emanato come attuazione della Direttiva Europea 2014/94/UE che invita gli Stati membri a creare infrastrutture per lo sviluppo di mobilità sostenibile, lasciando ai singoli di scegliere sulla base e in vista della propria Strategia Energetica Nazionale.

Leggi tutto: Combustibili alternativi, il Decreto in Senato: un ostacolo a mobilità elettrica e biometano?

Biologico: si può davvero evitare l’importazione dall’estero?

  • Scritto da Roberta De Carolis

biologico estero1

Agricoltura biologica sotto accusa: la puntata di Report del 10 ottobre ha dipinto un mondo falso, di cui non ci si può fidare, e puntellato di esempi di mala gestione e frodi. Una delle accuse più pesanti prende di mira le certificazioni, in qualche caso non veritiere, ottenute in Paesi con controlli meno severi se non addirittura fuori dalla legalità.

Leggi tutto: Biologico: si può davvero evitare l’importazione dall’estero?

 

Network