Menu

pannellofotovoltaicoDove si producono i pannelli fotovoltaici migliori al mondo? A Catania, secondo il premier Renzi che la scorsa settimana ha fatto visita alla fabbrica 3Sun. Ma allora perché investire nelle fossili, visto che il nostro paese vanta simili eccellenze nel campo delle rinnovabili? E perché, allora, mettere in ginocchio il fotovoltaico con un provvedimento retroattivo come lo Spalma incentivi?

Domande che probabilmente non hanno una sola risposta. L'azienda visitata da Renzi si trova a Catania ed è specializzata nel settore di pannelli fotovoltaici. Si tratta della più grande fabbrica italiana di questo genere, frutto di una una Joint Venture tra Enel Green Power, Sharp e STMicroelectronics.

Lo stabilimento produce celle e moduli fotovoltaici a film sottile multigiunzione con una capacità iniziale di 160 MW/a e soddisfa la domanda dei mercati del solare di Europa, Medioriente e Africa. Ma in Italia?

Ecco il tweet di Renzi che ha sollevato la polemica.

I Pannelli fotovoltaici migliori al mondo. Catania, Italia. Anche questo è #sud — Matteo Renzi (@matteorenzi) 28 Novembre 2014

Nel nostro paese, il fotovoltaico è sempre stato un fiore all'occhiello soprattutto negli ultimi anni quando, nonostante la crisi, ha raggiunto risultati importanti. Perché allora chiudere la porta in faccia al solare?

Tante le reazioni. A partire da quella di Ermete Realacci secondo cui “il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha ragione, ed è un motivo in più per creare le condizioni affinché la scommessa sulle rinnovabili si rafforzi in Italia, dove già oggi produciamo circa il 40% di energia elettrica da fonti rinnovabili”. Ma dopo “i provvedimenti discutibili soprattutto nello Spalma Incentivi ora è arrivato il momento di semplificare la vita alle rinnovabili che sono la sfida del futuro”.

Non sono mancate le critiche da parte di Legambiente e dall'ex ministro dell'Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio. Per l'associazione ambientalista “è un bene che finalmente il Presidente del Consiglio si sia accorto che in Italia esiste il fotovoltaico e che è un'eccellenza, visto che finora lo ha affrontato solo come un problema intervenendo con tasse retroattive e sull'autoconsumo, occupandosi solo di sbloccare le trivelle”, ha detto Edoardo Zanchini, responsabile scientifico di Legambiente.

Bene Renzi, ora si riprenda quel percorso virtuoso che nel 2007 puntava a incentivare la sostituzione dei tetti in amianto e a incentivare il fotovoltaico sulle coperture e non a terra, e che ha fatto dell'Italia il Paese leader del solare” ha aggiunto Pecoraro Scanio.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

Spalma incentivi, info e scadenze sui decreti attuativi

Rinnovabili, spalma incentivi: ecco come presentare ricorso

Fotovoltaico, in vigore il decreto spalma incentivi. Cosa cambierà?

Spalma incentivi: come si calcola la rimodulazione delle tariffe

GreenBiz.it

Network