Menu

eataly foie gras

Eataly ha scelto di cessare le vendite di foie gras e di aderire alla campagna #ViaDagliScaffali. La campagna per dire stop alla vendita di foie gras è partita dalla Francia e ha documentato le terribili condizioni in cui sono allevate anatre e oche, alimentate forzatamente allo scopo di far ingrassare il loro fegato.

Solo in Francia sono 44 milioni gli animali sottoposti a questa tortura per produrre un cibo considerato di lusso che da questo punto di vista è in linea con i prezzi e con il target di Eataly. Ecco però che la società aderendo alla campagna per eliminare il foie gras dai propri scaffali sembra aver dato ascolto alle richieste dei consumatori che lottano per la difesa degli animali.

L’indagine sugli allevamenti di oche ha avuto inizio dalla Francia ed è stata diffusa via internet tramite il sito web Stop Foie Gras dall’organizzazione nonprofit Essere Animali, che l’ha realizzata.

Secondo Essere Animali i tempi stanno cambiando e la scelta di Eataly è importantissima: “Lazienda è considerata infatti uno dei 25 marchi più influenti al mondo dalla rivista economica Forbes e siamo quindi certi che tale decisione avrà notevoli ripercussioni sul mercato del foie gras, non solo in Italia”.

La produzione di foie gras è già vietata in Italia ma non lo è la vendita. Grazie a questa campagna di sensibilizzazione nei confronti dei punti vendita e dei consumatori forse assisteremo ad una maggiore attenzione delle aziende e dei cittadini verso le tematiche cruelty-free.

eataly foie gras 1

eataly foie gras 2

“Eataly è la seconda catena che cessa di vendere foie gras grazie alla nostra campagna. Nei mesi scorsi anche il gruppo PAM/Panorama ha optato per questa scelta, togliendolo dagli scaffali dei suoi 153 punti vendita. Adesso il nostro obiettivo è ottenere la stessa risposta anche da Auchan, Bennet, Carrefour, Conad ed Esselunga. Chiediamo a questi supermercati un impegno etico che oggi non può più essere rimandato” – sottolinea Essere Animali ricordandolo ai consumatori che stanno supportando la campagna contro il foie gras.

È la dimostrazione che ancora una volta le opinioni dei consumatori possono contribuire a far cambiare idea a società, anche rinomate, sulla tipologia di prodotti da mettere in vendita sui propri scaffali. Dopo Eataly e Pam/Panorama quali altri supermercati decideranno di dire stop alla vendita del foie gras?

Marta Albè

Leggi anche:

Fast food: per Burger King mai più uova da allevamenti in gabbia

GreenBiz.it

Network