Menu

auto_250x166Il Salone dell'Auto di Francoforte aprirà i battenti al pubblico dal 15 al 25 settembre, dopo un'anteprima riservata ai giornalisti, utile a diffondere notizie e anticipazioni già in queste ore. Protagoniste, le scommesse del settore in un periodo in cui trionfano le preoccupazioni per la crisi economica di quest'estate, prime tra tutte le auto elettriche e le soluzioni che vanno incontro alle tasche come all'ambiente.

Ci saranno ben 90 anteprime mondiali a questo salone, ma su tutto aleggiano gli spettri del terremoto del Giappone dello scorso marzo e gli effetti della crisi finanziaria di quest'estate. Proprio per questo, le case costruttrici si sono concentrate su modelli ecocompatibili, in linea con i dettami imposti dall'Ue, consapevoli di quanto i consumatori confidino poco in una ripresa immediata. C'è bisogno di nuove vetture? Certamente, ma la regola è la stessa per tutti: puntare su modelli più accessibili, citycar, vale anche per case quali BMW, Mercedes e Volkswagen. Quest'ultima, non a caso, presenterà la sua Up!, possibile rivale dell'italiana Fiat Panda, presente in versione rivisitata, o della sorella Fiat 500.

Dei 210 mila metri quadrati che ospiteranno le auto di tutto il mondo, molti saranno occupati dalle anteprime legate alla mobilità sostenibile. Basti pensare allo stand BMW, dove non mancherà di catturare l'attenzione dei visitatori il nuovo marchio “i”, dedicato alle linee a basso impatto ambientale, incarnate dalle concept i3 e i8. La prima è un modello elettrico che presto arriverà sul mercato (a fine 2012 secondo gli annunci), la seconda, ibrida, la seguirà in fretta, debuttando nel 2014. Allo stesso stand, sarà presente anche la nuova 116d EfficientDynamics, nota per promettere emissioni pari a 99 g/km di CO2, accanto ad uno scooter elettrico, Concept, in grado di ricaricarsi in sole 3 ore per un'autonomia di 100 km.

Grandi novità anche in casa Toyota. Entro il 2015 arriveranno sul mercato 15 modelli Full Hybrid, alle cui spalle gira la tecnologia Hybrid Synergy Drive. Al Salone sarà visibile la linea Prius Family, con le sue Prius Plug-In, Prius+ e Prius (in versione rinnovata). La Toyota Prius Plug-in è la prima auto ibrido-elettrica con tecnologia plug-in PHEV che sarà prodotta in serie. Le batterie agli ioni di litio permettono un'autonomia a zero emissioni di 23 km. Per la versione full hybrid i tempi di ricarica sono di un'ora e mezza; velocità massima di 180 km/h e consumo di soli 2,2 litri/100 km. La Toyota Prius + è destinata ad ospitare 7 passeggeri, ha un motore termico 1,8 litri da 73 Kw a ciclo Atkinson abbinato ad'unità elettrica da 60 kw che viene alimentata con batterie agli ioni di litio. 170 km/h è la velocità massima, 4,3 l/100 km i consumi, mentre le emissioni di CO2 sono pari a 99 g/km.

Infine, la “Opel Rak e Concept”, citycar a due posti, giovane ed economica (basta un euro per percorrere 100 km). 120 Km/h è la velocità di punta, non male per un’auto elettrica, mentre l’autonomia è di circa 100 Km dopo un ciclo di carica completo.

Non manca nulla, soltanto mezzi accattivanti per convincere i consumatori a scegliere auto differenti per guidare sulle stesse strade. Ma in tempi in cui si teme la recessione non sarà certo un'impresa facile.

Anna Tita Gallo

GreenBiz.it

Network