Menu

riduzione rifiuti serr 2014Si preannuncia un'edizione da record per la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti 2014 in Italia. Sono 5643 le azioni validate per la sesta edizione che prenderà il via il prossimo 22 novembre.

Come da tradizione, la nuova edizione della SERR è stata presentata a Bologna in occasione di Ecomondo. In Italia la SERR 2014 si svolgerà fino al 30 novembre. Si registrano numeri importanti per la manifestazione, che ne fanno una delle più importanti iniziative di sensibilizzazione sui temi dell’impatto ambientale, del cambiamento climatico e della gestione dei rifiuti per aziende e cittadini.

Tra le azioni previste troviamo impegni da parte delle realtà che operano nel settore dell’agricoltura e della ristorazione, dal recupero delle eccedenze alimentari di negozi e cooperative agricole, alla formazione di catene di ecoristoranti. Tema centrale: la riduzione degli sprechi alimentari.

La Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti ha l’obiettivo principale di coinvolgere in modo attivo non soltanto i cittadini, ma soprattutto istituzioni e imprese. Tra le realtà italiane partecipanti troviamo Intesa San Paolo, che realizzerà azioni in tutte le sue filiali, il gruppo Simply Market e Auchan, che in tutti i loro punti vendita sensibilizzeranno i clienti ad un consumo consapevole e ad una riduzione degli sprechi, Autogrill, con il suo punto vendita a Villoresi est (sull’autostrada A8), Humana People to People con la raccolta straordinaria di abiti usati e il Mercatino con l’organizzazione di mercatini in tutti i punti vendita d’Italia.

Le azioni sono in Italia sono state realizzate da oltre 400 project developer diversi in tutte le 20 regioni Italiane, con la Lombardia che realizza il maggior numero di azioni, seguita dal Piemonte.

In Italia la SERR è promossa dal Comitato promotore nazionale composto da Ministero dell’Ambiente, ANCI, Provincia di Torino, Provincia di Roma, Federambiente, Legambiente, AICA, E.R.I.C.A. Soc. Coop. ed Eco dalle Città. Sponsor dell’iniziativa sono Conai, Consorzio Nazionale per il recupero degli Imballaggi e i consorzi di filiera (Comieco, Corepla, Coreve, CiAl, Ricrea e Rilegno).

La SERR, che si avvale del sostegno della Commissione Europea, in Italia è patrocinata da UNESCO, Presidenza della Repubblica, Camera dei Deputati, Senato della Repubblica e Ministero dell’Ambiente.

Marta Albè

Leggi anche:

Svezia: record del 99% per la riduzione dei rifiuti

Rifiuti: da Ecomondo al via la Settimana Europea per la riduzione

Sprechi alimentari: 5 strategie per imprese e amministrazioni per ridurli

SERR 2014: edizione da record per l’Italia con oltre 5000 azioni per la riduzione dei rifiuti

GreenBiz.it

Network