Menu

sacchetti plastica 000Il primo impianto della Gran Bretagna interamente dedicato al riciclo di sacchetti e pellicole in plastica aprirà entro la fine dell'anno a Woolwich, a sud di Londra, per iniziativa della PlasRecycle.

L'opera è costata 10,7 milioni di sterline (circa 12 milioni di euro) e, stando alle stime, consentirà ogni anno la trasformazione di 20.000 tonnellate di packaging e sacchetti in polietilene, già utilizzati e destinati alle discariche, in plastica granulare che verrà impiegata produzione di nuovi sacchetti e borse.

Il progetto, che dovrebbe determinare la creazione di 32 posti di lavoro all'interno dell'impianto, viene portato avanti dalla PlasRecycle con la partecipazione di numerosi investitori, tra cui il Foresight Environmental Fund, il London Waste & Recycling Board e la società di consulenza sulla riduzione dei rifiuti WRAP.

"PlasRecycle offre un'opportunità green ad autorità locali e aziende che prima non avevano altra scelta se non esportare i propri rifiuti in plastica o destinarli a discariche e inceneritori" - ha dichiarato Paul Levett, presidente di PlasRecycle - "Questa iniziativa creerà posti di lavoro e potrà essere un punto di riferimento per sensibilizzare e responsabilizzare rivenditori e industria del packaging".

Commenti entusiasti sono giunti anche dalla politica, e in particolare dal sindaco di Londra, Boris Johnson, che ha definito l'impianto di Woolwich "fantastico"e parte di un settore, quello del riciclo, che sta notevolmente crescendo nella città, con l'obiettivo dichiarato di ridurre le emissioni.

Se tutto andrà come previsto da PlasRecycle, infatti, l'impianto di Woolwich porterà ad un netto taglio delle emissioni e ad una sensibile riduzione del consumo di energia e materie prime: d'altra parte, riciclare una sola tonnellata di plastica consente di evitare la produzione di oltre una tonnellata di CO2, a tutto vantaggio dell'ambiente.

Tuttavia, l'impianto della PlasRecycle aprirà i battenti all'indomani della decisione, da parte del Governo di Londra, di imporre anche in Inghilterra un tassa sui sacchetti di plastica, sul modello di Irlanda del Nord, Scozia e Galles, in modo da ridurne drasticamente l'uso a favore di carta e altri contenitori riutilizzabili. Per questo, chissà se, da qui a qualche anno, ci sarà ancora bisogno di un impianto interamente dedicato al riciclo di packaging e sacchetti in polietilene...

Lisa Vagnozzi

LEGGI anche:

Sacchetti di plastica: la Gran Bretagna impara dall’Italia. Al via la tassa anti-inquinamento

Sacchetti di plastica. L'Italia fa scuola: l'UE pensa di vietarli

GreenBiz.it

Network