Menu

terre_rareRiciclo delle vecchie batterie dei veicoli ibridi per recuperare i metalli estratti dalle terre rare.

La casa giapponese Honda ha annunciato di aver intrapreso una collaborazione con la società Japan Metals & Chemicals per lo sviluppo di un metodo di produzione in serie basato sul processo di riciclaggio di ben 17 metalli delle cosiddette terre rare.

Riutilizzando, così, parte delle componenti già impiegate sui veicoli in disuso, concentrandosi in particolare sul nichel e gli idruri metallici impiegati per gli accumulatori e per i propulsori a magnete permanente, la Honda diminuirà il proprio approvvigionamento di queste materie prime, così costose e dannose per l'ambiente, contenendo di conseguenza anche i suoi costi di produzione.

Se, infatti, una vasta gamma di prodotti, dall’elettronica ai pannelli solari, è realizzato con i minerali delle terre rare, l’annuncio del gruppo automobilistico di poter centrare l’obiettivo di riciclare fino all’80% delle terre rare impiegate nella produzione potrebbe avere tantissime implicazioni per molti altri settori. Tecniche precedenti per l'estrazione di metalli delle terre rare erano già state intraprese su scala relativamente piccola, ma questa è la prima volta che vengono applicate in una grande produzione di serie, anche se la Honda ha fornito davvero pochi dettagli sulla precisa natura del suo innovativo processo.

La società ha aggiunto che la tecnica era già stato testata con successo su circa 2.000 batterie: “in precedenza spiega la Honda- avevamo applicato un trattamento termico sulle batterie al nichel delle ibride per il suo riciclo e la sua nuova applicazione come materia prima per l'acciaio inossidabile”.

Ma la stabilizzazione di successo del processo di estrazione presso lo stabilimento della Japon Metals & Chemicals Coha reso possibile l'estrazione di circa l’80% dei metalli delle terre rare contenuti nel nichel utilizzato nelle batterie delle ibride, con purezza superiore a quella del nuovo estratto e metalli raffinati”.

Roberta Ragni

 

GreenBiz.it

Network