Menu

depositoispraDeposito per le scorie nucleari, ancora neanche l'ombra dell'area dove sorgerà. Ad annunciarlo con un comunicato congiunto sono stati il Ministero dell'ambiente e quello dello sviluppo economico.

In questo momento sono in corso le valutazioni tecniche dei ministeri competenti sulla Carta Nazionale (CNAPI) redatta da Sogin che individua le aree potenzialmente idonee. I Ministeri parlano ancora di alcune decine, dislocate in varie regioni italiane, e individuate seguendo i criteri dettati dalle linee guida dell'Ispra.

Il 13 marzo scorso quest'ultima aveva consegnato al Ministero dell'Ambiente e a quello dello Sviluppo Economico la relazione sulla proposta di Carta Nazionale delle Aree Potenzialmente Idonee (CNAPI) alla localizzazione del Deposito Nazionale dei rifiuti radioattivi.

Il testo ora verrà trasmesso dai Ministeri a Sogin, che lo renderà pubblico dopo averlo adeguato in base alle prescrizioni apportate dai dicasteri. A seguire vi sarà una fase di consultazione pubblica di quattro mesi, durante la quale regioni, enti locali interessati, rappresentanti dei cittadini e della comunità scientifica potranno intervenire.

Se ne riparlerà poi tra settembre e ottobre durante il Seminario nazionale indetto da Sogin con la conseguente redazione della Carta delle aree idonee (CNAI), in cui verrà indicata una rosa ristretta di realtà locali scegliendo tra i candidati in possesso dei criteri tecnici previsti.

Infine, il testo verrà trasmesso entro i successivi 90 giorni al Ministero dello Sviluppo per “l’approvazione finale dell’area di destinazione dei rifiuti nucleari, che avverrà di concerto con il ministero dell’Ambiente e acquisito il parere dell’Ispra” precisa il comunicato.

E se non si dovesse registrare il consenso per il luogo? In quel caso, a districare la matassa sarebbe un comitato interministeriale appositamente istituito, che avrà il compito di individuare la zona idonea.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

Deposito nazionale rifiuti radioattivi: consegnata relazione Ispra su aree idonee

Nucleare: deposito nazionale dei rifiuti radioattivi, consegnata mappa dei siti

Nucleare, Sogin: deposito nazionale rifiuti radioattivi al via entro il 2021

Expo 2015 e nucleare: Sogin nel mirino per appalti su smaltimento scorie

Decommissioning e rifiuti radioattivi: accordo tra Sogin e la cinese CGNPC

Nucleare: Sogin firma accordo con Infn per il monitoraggio dei rifiuti radioattivi

GreenBiz.it

Network